Archivi categoria: Memo Team

The Juggling Metaphor Method

JUGGLING METAPHOR METHOD

Michael Gelb imparò a giocolare nel 1973, mentre frequentava un programma di studio residenziale della durata di dieci mesi con J.G.Bennett, alla Accademy of Continuous Education in Inghilterra. Nel 1974 fece ritorno negli Stati Uniti, arrotondando le sue entrate esibendosi come giocoliere in Harvard Square. Nel 1975, Michael si trasferì a Londra, dove cominciò un corso di formazione triennale per diventare istruttore dell’Alexander Therapy per l’integrazione del corpo con la mente. Allo stesso tempo stava completando la ricerca per un master focalizzato sull’apprendimento e sull’insegnamento dell’arte della concentrazione rilassata. Come parte di questa ricerca, Gelb decise di migliorare il suo juggling e di sviluppare un metodo per usare il juggling per comunicare le sue idee sull’apprendimento e su come apprendere meglio; fu così che ebbe origine il Jugging Metaphor Mehod. Gelb supportò la sua ricerca insegnando juggling ed esibendosi in night club, nei festival, per strada e ai concerti, comprese le apparizioni con i Rolling Stones e Bob Dylan.

Mentre Gelb conduceva la sua ricerca, Tony Buzan era impegnato nel perfezionare la scoperta del Mind Mapping, curare l’International Mensa Journal, scrivere il best seller Use Both Sides of Your Brain, e sceneggiare ed esibirsi in un programma per la BBC sull’apprendimento e su come apprendere meglio. Tony trovò anche il tempo di scrivere un libro di poesie e condurre la sua propria ricerca sul miglioramento del corpo e della mente, che includeva uno studio personale sulla Alexander Therapy.

Nel lavorare alla sua tesi per il master, Gelb apprese il metodo di Mind Mapping da Buzan. Applicando questo metodo Gelb completò la sua tesi, che venne poi pubblicata, diventando un best seller ancora oggi disponible in quindici paesi. Al contempo, Gelb introdusse Buzan al Juggling Metaphor Method. Questo fu l’inizio di una straordinaria collaborazione e amicizia e nel 1978 Gelb e Buzan unirono i propri talenti per creare il Mind and Body Seminar, uno straordinario training di cinque giorni per leader. Nel 1985 cominciarono a lavorare sulle Mappe della Mente, che sarebbero infine diventate Lessons from the Art of Juggling.

Insegnando separatamente o insieme, sia Gelb sia Buzan usano il Juggling Metaphor Method come parte integrante dei loro seminari. I loro studenti includono senior executive e alti dirigenti di compagnie quali Amoco, Du Pont, Merck, AT&T, Bell Atlantic, Xerox e Goldman Sachs; associazioni educative, sovrintendenti, direttori, insegnanti e studenti di tutte le età, compreso un gruppo di 2.000 bambini a Soweto, in Sud Africa; l’Esercito degli Stati Uniti, la Guardia Nazionale, le accademie di Polizia della Virginia del nord e di Londra, e molti altri gruppi quali l’Organizzazione dei Giovani Presidenti, la Nightingale-Conant Corporation, le squadre britanniche olimpioniche di canottaggio e quelle di scacchi, la National Public Radio.

Come spiegano loro stessi nel libro Lessons From the Art of Juggling, “ogni esperienza di apprendimento fornisce una preziosa opportunità per rivisitare i principi fondamentali della crescita e del cambiamento. Durante gli ultimi 25 anni abbiamo completato la nostra ricerca accademica sul cervello e sull’apprendimento con test pratici. Ci siamo messi alla prova continuamente imparando nuove cose, in particolare cose per le quali ci avevano detto da piccoli che non eravamo portati. Abbiamo così acquisito nuove capacità, come cantare, nuotare, ballare, tennis, lingue straniere, arti marziali, disegnare e giocolare.

Ciascuno di questi soggetti potrebbe costituire una fertile metafora per esplorare l’arte dell’aprrendimento e della vita. Ma il juggling offre qualcosa di speciale. Lo abbiamo scelto come focus del nostro libro perchè apprendere qualsiasi cosa include il mantenere un numero di cose “in movimento” allo stesso tempo; perchè “far cadere le palle” fornisce una metafora ideale per la capacità di affrontare gli sbagli, che noi consideriamo essere una delle abilità più importanti della vita; perchè è facile da apprendere e offre uguali opportunità ad entrmbi i sessi e alle persone di tutte le età; perché puoi praticarlo da solo o in compagnia, e tutto ciò di cui hai bisogno sono solo delle palle e le tue mani; perché i miglioramenti nel juggling sono facili da verificare, e puoi continuare a migliorarti per tutto il corso della vita. Il juggling promuove inoltre un senso di pace interiore nel pieno dell’attività, una esperienza speciale di mente e corpo in armonia. E il senso di allegria essenziale che lo informa incoraggia un facile accesso alla fondamentale modalità umana dell’apprendimento e del gioco. Infine, in modo immediato e semplice, la pratica del juggling ci allinea con il ritmo universale, con quel pulsare silenzioso e perfetto, un complesso di onde e risonanze, che è assolutamente unico e individuale, e che ci connette a tutta la creazione.”

Da The Juggling Magazine http://www.jugglingmagazine.it/new/index.php?id=100

Oggi in Personal Coaching ho insegnato a Giocolare ad uno dei miei preferiti Coachee, una donna in carriera, mamma, che proprio in questi giorni riceveva una promozione meritata. Era tanto che non insegnavo one to one, sono stato ripagato dalla luce di gioia nei suoi occhi, dall’entusiasmo che sprizzava dal corpo…..Solo giocolando si può capire e tutti possiamo riuscirci in 18 minuti, con un metodo.

Soddisfazioni

Avrei molte mail da postare che ritengo delle soddisfazioni; se penso di pubblicarle tutte , non inizierei. Allora visto che me ne è capitata una breve di un azienda importante intanto aggiungo questa:

Ciao Andrew!

Che terra pesti oggi? Ti scrivo per farmi dare qualche titolo da leggere riguardo all’ EI…e anzi, se ne hai anche qualcuno che spazi un po’…sono ben accetti! Sto leggendo quello che ci avete dato col corso e soprattutto sto cercando di mettere in pratica la teoria, è una bella gara!

Volevo anche ringraziarti per tutto quello che ci hai dato e che ci hai messo di tuo in queste giornate. Nonostante, come sicuramente ti ricorderai, io fossi partita con qualche riserva, adesso ti posso dire che ho la certezza che sia il corso meglio riuscito tra tutti quelli a cui ho partecipato.

Ciao e buon we!

A.

20110621-114116.jpg

20110621-114137.jpg

Di seguito alcuni feedback dopo il nostro Team Building Elis con la giornata di Social Team Building in partnership con Six Secondse Sahara team , danno davvero soddisfazione.

Il team Building è all’interno del Master MBA del MIP in collaborazione con Elis, dal cui sito si legge :

L’Executive MBA è l’unico master italiano per manager presente nel ranking del 2010 del quotidiano “Financial Times” tra i migliori 100 Master al mondo; è dedicato a laureati in qualsiasi disciplina, con un’età media di 36 anni e un’esperienza professionale significativa (in media 6/8 anni), desiderosi di investire su se stessi.
Il programma si sviluppa su 20 mesi e si articola sostanzialmente su tre aree didattiche: General Management, Personal Development, Gli Electives e la Specializzazione.

“Buona sera Andrea,

volevo ringraziarti per il lavoro svolto questo weekend assieme a noi.
Devo dire che io sono sempre stato molto scettico su questi training o lezioni, perchè molto spesso fatti da persone che o non erano sufficientemente preparati o non avevano mai condotto un gruppo di lavoro “complesso”. Le ore passate con te e il tuo team mi hanno invece fatto capire molte cose, intravedere la strada che bisogna intraprendere per essere un buon manager.

Già dall’inizio del master ho cambiato alcune cose nel mio modo di pormi al lavoro e sicuramente dopo questo fine settimana lo cambierò ancor di più, senza però dover cambiare per forza me stesso.

Se i miei 110 operai avessero sentito i messaggi che ci davi, ti ringrazierebbero (anche se probabilmente per il gioco delle parti io per loro sarò sempre quello un pò stron…).

Ciao…vado a parlare con loro..e magari li ascolto pure.
ciao”

P.
Ciao a tutti!
Volevo aggiungere alla lunga lista anche il mio “feedback” positivo all’esperienza Outdoor EMBA.
E’ stata un’occasione unica per conoscerci meglio e rafforzare i rapporti interpersonali.

Un ringraziamento speciale ad Andrea, Debora e tutto lo staff, che ci hanno permesso di imparare molto e dato tanti spunti di riflessione; particolarmente apprezzata la passione con cui svolgete questo lavoro, ragazzi!

Approfitto per condividere le foto che ho scattato durante il weekend insieme; le ho caricate senza fare nessuna selezione, per cui siete liberi di guardarle o scaricarle come vi pare. Ecco il link di Dropbox:
https://www.dropbox.com/link/17.YX8Nzmz_Py?k=9c32a3ddfa90b917094fa5e42961f65f

Un abbraccio a tutti e a presto!
G.

ANDREA GRAZIE AI TUOI INSEGNAMENTI IN 35ORE SU 25 GI0RNI HO SUPERATOPSCHIATRIA CON 28! HO INOLTRE S0STENUTO PSICOLOGIACLINICA MANUALE500 PAGINE, 0 ORE DI STUDI0,SEMPLICEMENTE SCORRENDO L’INDICE E FISSANDO LE PAROLE IN GRASSETTO, 25! SE CREDI IN QUELLO CHE FAI LA TUA MENTE NON HA LIMITI! IL 28 E IL 25 SONO ANCHE PER TE! DA DOMANI PENSERO’ AI LAVORI PER LA PISCINA,CONSEGNA PREVISTA TRA TRE SET. POI TUTTI INVITATI! CIAO T.

Noi al mare dalle 17.30 in poi, stavo leggendo un libro e ho trovato una frase che mi ha fatto pensare subito a te.
“vi sono persone che entrano nelle nostre vite e ne escono pressoche’ immediatamente ; altre rimangono, lasciando un segno cosi’ profondo nei nostri cuori e nella nostra anima che ne siamo completamente trasformati”.

Grazie
S.

Aggiorno la pagina Soddisfazioni con un sms che mi è giunto a fine luglio. Sempre Tania , che continua la sua impresa da Mamma, Insegnante, Universitaria, Imprenditrice….Scrive : ” Caro Andrea, sociologia giuridica e della devianza, pagine 6oo, ore di applicazione 7, voto esame 29. Grazie! Senza Te e ‘Toni’ non sarebbe stato possibile.Tania

n.d.r  Si riferisce a Tony Buzan quando scrive “Toni”.

A presto Tania.

Le migliori frasi, citazioni, aforismi….in conversione

5 84 060 22 è 25 101202, 3 25 86! ( proverbio cinese )

5′ i36202 è 9iù i394121 15 72020 ( Albert Einstein)

20110613-092800.jpg